Cosa fare per contrarre matrimonio civile e/o religioso

Informazioni per i cittadini italiani interessati a contrarre matrimonio civile, religioso concordatario (cattolico) o di altri culti ammessi dallo Stato Italiano.

Documenti e condizioni necessarie:
- Documento d'identita' e codice fiscale,
- I soggetti interessati devono trovarsi nella liberta' di stato civile, come richiesto dall'articolo 86 del codice civile.

Inoltre è necessario:
- Fissare un appuntamento con il responsabile del procedimento per la richiesta di pubblicazione di matrimonio alla quale devono intervenire entrambi gli sposi o persona munita di procura speciale risultante da scrittura privata;
- Chi ha gia' in corso o ha necessita' di cambiare residenza da un Comune ad un altro, deve avvertire immediatamente l'Ufficio di Stato Civile;
- Chi intende risposarsi (gia' vedovo o divorziato o matrimonio annullato) deve accertarsi che gli atti allo Stato Civile e all'Anagrafe rispettivamente, del Comune di nascita e di residenza siano aggiornati;
- Il cittadino italiano nato all'estero deve accertarsi che il proprio atto di nascita sia gia' trascritto in Italia.

Termine della Pubblicazione:
8 giorni + 3 . Il matrimonio dovra' essere celebrato entro 180 giorni dall'ottavo giorno di pubblicazione.
Decorso il termine della Pubblicazione, per i matrimoni da celebrare in forma religiosa, l'Ufficio rilascera' :
- autorizzazione per il Ministro di Culto.
- certificato di eseguite pubblicazioni per il Parroco;

Gli sposi che intendono celebrare il matrimonio con rito civile in un altro Comune devono presentare apposita domanda al Sindaco (in bollo) con motivata richiesta. La delega verra' rilasciata al Sindaco del Comune prescelto per la celebrazione, a pubblicazione avvenuta.